STORIE

Follow that Dream

Avventure di uno Chef

gennaio 2016


Instancabile tra i fornelli delle sue cucine, il nostro Andrea “trasgredisce” solo per una grande, irrefrenabile passione: Bruce Springsteen.  Per i suoi concerti, nessuna meta è troppo distante o impossibile. Ultima avventura: New York - Madison Square Garden, 27 gennaio 2016.

- PROLOGO -
"Tutto comincia con l'annuncio del The River tour 2016: solo date americane, tra gennaio e febbraio. Perfetto, proprio mentre l’hotel è in restyling. Ma… nonostante 1 mese di tentativi… niente biglietto!"

- CRONACA -
"Segue dunque: il viaggio di due fratelli nati con un solo giorno di differenza (“l'altro” non a caso proprio il 23 settembre, “The Bruce's birthday”) in due famiglie diverse. Comunque 'fratelli'.
Quindi, a seguire: la nevicata del secolo caduta sulla est coast, due voli cancellati, la conquista degli ultimi due ultimi posti sull'unico volo rimasto disponibile, la prima data al Madison Square Garden posticipata, la carta di credito smagnetizzata.... Può bastare??
"

- GRAN FINALE -
"Ebbene, nonostante tutto e tutti il 27 gennaio alle 8pm e qualche minuto Bruce e la E street Band attaccano 'Meet me in the city'. E noi siamo lì!!!! A voi immaginare il resto. Perché alla fine, le cose più sudate, sono sempre quelle più godute.

Nel mezzo… beh, nel mezzo c'è tutto quello che abbiamo sognato fin da ragazzini.

Ve lo racconto così: abbiamo guidato fino ad Asbury Park passando sulla Garden State Parkway. Foto di rito davanti all'ingresso dello Stone Pony; madame Mary era chiusa per ferie, peccato! Ci saremmo fatti leggere la mano volentieri! Comunque: foto ricordo.
Quindi, giù "on the Boardwalk" fino alla Convention Hall che ci accoglie con la scritta 'Greetings form Asbury Park'.... lacrimuccia! Sbirciata dal vetro del Wonder Bar; purtroppo Big man 'has left the building'. Poi giù fino al Casinò 'Riding'down Kingsley'.

Our dreams came true!!!!!
A Massimo, che non ho fatto molta fatica a convincere e ad Andrea, che è come  ci fosse stato. My blood brothers.

Andrea Costantini

Era uno su cui potevi sempre contare a patto che non ci fosse qualche concerto di Bruce Springsteen nel raggio di 1200 chilometri: quei giorni potevi star certo che se li sarebbe presi liberi. Tutti gli altri però c’era sul serio e la sua presenza faceva la differenza!” - Bruno Barbieri, “Via Emilia, via da casa” (Rizzoli). (leggi il pezzo nella sua completezza cliccando QUI)

 

P.S. Se qualcuno si chiedesse (lo abbiamo fatto anche noi) dove cavolo Andrea abbia trovato i bliglietti e cosa abbia dovuto fare per ottenerli questa è la sua risposta: "È il classico segreto da portare nella tomba 😂"

 

ALTRE STORIE

Andrea Costantini detto il Rosso... Avventure di uno Chef Aprile 2015 LEGGI
Fughe d'amore... e dintorni: 5 idee per un weekend romantico Lago di Garda: istruzioni per l'uso Autunno 2015 LEGGI VEDI PACCHETTO DEDICATO
Gran Galà Conclusivo di Fish&Chef 2017 Dialoghi di Gusto Venerdì 28 Aprile 2017 LEGGI
GIANNA S.r.l. - P.IVA 03473730236 © Copyright 2014 - Tutti i diritti riservati - Made with in WINTRADE
> >